Regola di Funes Pedol e Fam. Munaro di Molini

Vai ai contenuti

Menu principale:

La Regola di Funes, Pedol e Famiglie Munaro di Molini è un'antica "Comunione Familare" che gestisce in forma associata le proprietà silvo pastorali ottenute dalla chiesa di S. Croce in Campestrino il 3 dicembre 1280.
In data 12 agosto 1999 con decreto della Regione Veneto n. 45/13300-D, la Regola ha acquisito una nuova forma giuridica conformemente a quanto previsto dalla L.R. n. 26 del 19 agosto 1996.
Le Regole dell'Alpago, come quelle del Cadore, hanno rappresentato per secoli una fonte di sopravvivenza per le nostre genti e hanno contribuito a regolamentare il rapporto tra l'uomo e l'ambiente consentendone uno sfruttamento ed uso sostenibili.
Chi guarda dall'esterno queste realtà, oggi ricostituite, potrebbe pensare ad un anacronismo o ad un modo egoistico di gestire proprietà appartenenti a tutti.
In realtà le Regole svolgono un ruolo fondamentale per la cura e il mantenimento del patrimonio montano nonchè di coordinamento con le istituzioni locali quali i comuni, le provincie e i servizi forestali.
Questo ruolo è stato riconoscito e fortemente voluto dal legislatore regionale che ha promulgato la legge per la ricostituzione delle Regole Bellunesi e dell'Altopiano di Asiago.
Attualmente la Regola è composta da 69 "fuochi famiglia" (famiglie) e amministra attraverso il proprio statuto alcune malghe e un’ampia superficie forestale con annesse strade rurali, nella zona di Venal e Roncadin.



 
 
Cerca
Torna ai contenuti | Torna al menu